giovedì 26 maggio 2016

L'ARALDO ABRUZZESE NUMERO 19/2016 DEL 29 MAGGIO 2016


In distribuzione L'araldo abruzzese numero 19/2016 del 29 maggio 2016

Chiedilo nella tua parrocchia

All'interno lo speciale sul Meeting internazionale “art that cares” - L’arte che riabilita, crea, unisce, cura - organizzato dalla Piccola Opera Charitas di Giulianova che ha incontrato Cina e Finlandia dal 18 al 20 maggio 2016

mercoledì 25 maggio 2016

L'UDIENZA DI PAPA FRANCESCO - MERCOLEDÌ 25 MAGGIO 2016

“La preghiera non è una bacchetta magica”

Al centro dell'udienza del Papa, cui hanno partecipato 20mila fedeli, la parabola evangelica del giudice e della vedova. Anche oggi ci vogliono giudici "imparziali e incorruttibili", attualizza Francesco: anche oggi i diritti dei migranti, come quelli della vedova, possono "essere calpestati con facilità". "Pregare sempre", l'insegnamento di sintesi: "La preghiera non è una bacchetta magica"
 
M.Michela Nicolais
 
“Pregare sempre, senza stancarsi mai”. Anche quando la nostra preghiera “sembra inefficace” o diventiamo preda della stanchezza o dello scoraggiamento. Anche quando la nostra preghiera “non è corrisposta”. È questo il significato della parabola evangelica della vedova e del giudice, al centro dell’udienza di oggi, che Papa Francesco ha cominciato salutando con il linguaggio dei segni (Lis) – che si compie agitando e ruotando il palmo della mano con le braccia in alto – in omaggio a un gruppo di persone sorde presenti in piazza San Pietro tra i 20mila fedeli.

venerdì 20 maggio 2016

GIUBILEO DELLE CORALI CON PAPA FRANCESCO

Iscrizioni aperte fino al 31 maggio per il Giubileo delle corali dal 21 al 23 ottobre

Sono aperte sul sito www.giubileocorali.com le iscrizioni all’evento giubilare dedicato a tutti coloro che operano nell’animazione delle Celebrazioni Liturgiche nelle Diocesi e nelle Parrocchie.

È rivolto a tutti i Laici, Sacerdoti, Direttori degli Uffici Liturgici, Direttori di Coro, Musicisti, Coristi, Organisti, Scuole di Musica Sacra, Cappelle Musicali, Corali Diocesane e Parrocchiali, Bande musicali a servizio della Liturgia e della pietà popolare e a quanti, loro familiari e amici, vorranno partecipare. L’evento è organizzato dal Coro della Diocesi di Roma ed è inserito nel Calendario degli eventi giubilari del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione.



La “tre giorni” si aprirà venerdì 21 ottobre con il Convegno formativo sul tema: “Cantare la Misericordia”. Nella seconda giornata, quella di sabato 22 ottobre, si parteciperà all’Udienza Giubilare con il Santo Padre mentre, nel pomeriggio, tutte le Corali intervenute si uniranno per un grande Concerto in Aula Paolo VI dedicato a San Giovanni Paolo II nel giorno della sua Memoria Liturgica.

IL CASO ANTINORI E IL FLOP DELLA FECONDAZIONE ETEROLOGA

Se le donne non vogliono donare gli ovuli, se ne facciano tutti una ragione
 
Finora in Italia la fecondazione eterologa si sta rivelando un clamoroso flop. Tra le cause evidenti, la mancanza (quasi assoluta) di donne disponibili a donare i propri ovuli gratuitamente (come è noto, la legge 40/2004, art. 12, comma 6, vieta e sanziona la commercializzazione di gameti umani). Accade in Italia ma anche in tanti altri Paesi. Ora qualche "illuminato" vorrebbe introdurre anche nel nostro Paese la vendita degli ovociti, ma il buon senso della gente – e delle donne in particolare - ha già dato nei fatti la sua chiara risposta
 
Maurizio Calipari
 
Non è una bella storia quella balzata alle cronache in questi ultimi giorni, a proposito della presunta “predazioni” di ovuli, a danno di una giovane donna spagnola (ma forse anche di altre donne) che non aveva dato il proprio consenso, ad opera (secondo le accuse della depredata) del noto e discusso ginecologo Severino Antinori, con la complicità di alcune sue collaboratrici.

LA SCLEROSI MULTIPLA RACCONTATA DA FOTOGRAFABILE


In occasione della settimana nazionale della sclerosi multipla, il 20 e il 21 maggio, si svolgerà la 4° edizione di “FotogrfAbile – Scatti Multipli”, un progetto che vuole sensibilizzare e far conoscere la realtà della disabilità a tutti. Quest'anno la mostra fotografica sarà ispirata alla canzone Senza Mentire, progetto musicale che racconta in musica e parole la testimonianza di un ragazzo affetto da SM e si svolgerà presso la Sezione dell'AISM di Teramo 'Annamaria Veroni' in Via De Vincentiis - vicino Villa Comunale. 
La mostra, a ingresso libero, sarà aperta con i seguenti orari: 10:00 - 13:00 / 16:00 – 20:00.

giovedì 19 maggio 2016

IL CUORE D'ORO DEI POLIZIOTTI PER I BAMBINI PIÙ BISOGNOSI

La Polizia di Stato dona giocattoli ai bimbi del Centro “Madre Ester”

Un gesto che testimonia, ancora una volta, il buon cuore di uomini e donne in divisa che, oltre che garantire la sicurezza e l'incolumità delle persone, sanno regalare un sorriso a chi più ne ha bisogno. Queste le motivazioni del gesto spontaneo e umano svoltosi nella mattinata di oggi, giovedì 19 maggio 2016, a Pineto, nel Centro "madre Ester" che accoglie mamme e bambini in situazioni di disagio.

Una mattina di sorpresa e gioia per i bambini del Centro “Madre Ester” di Scerne di Pineto quando il Questore di Teramo, dott. Giovanni Febo, è arrivato insieme ai poliziotti del Reparto Volo di Pescara, diretti dal Vice Questore Aggiunto Giuseppe Briganti, e alla Volante del Commissariato di Atri per donare alcuni giocattoli, prodotti dalla Ditta Lisciani Group di Sant’Atto.

"IL SOGNO DI PADRE SERAFINO È ANCORA VIVO" ...IL VESCOVO SECCIA AL MEETING INTERNAZIONALE "ART THAT CARES"


La Piccola Opera Charitas incontra Cina e Finlandia

 
L"'Arte che riabilita, crea, unisce, cura", è il titolo del meeting internazionale che si sta svolgendo in questi giorni a Giulianova in un clima che è ben descritto dalle parole usate dal vescovo della diocesi di Teramo-Atri, mons. Michele Seccia, nella prolusione. Lo riproponiamo per intero in modo da poter apprezzare completamente il senso di quanto detto.

 
Alcuni mesi fa abbiamo vissuto a Firenze delle giornate memorabili insieme a Papa Francesco e a circa 2500 rappresentanti delle comunità ecclesiali d’Italia per riflettere su un tema che poteva apparire molto astratto, teorico, quasi filosofico e, in fondo, di mera ispirazione religiosa: il nuovo umanesimo in Gesù Cristo!

D’altra parte il luogo scelto, la città di Firenze, rimanda la memoria ai tempi dello splendore artistico, del mecenatismo, della riscoperta della cultura dei classici latini e greci … insomma ad un mondo lontano e non solo nel tempo!

L'ARALDO ABRUZZESE NUMERO 18/2016 DEL 22 MAGGIO 2016


In distribuzione L'araldo abruzzese numero 18/2016 del 22 maggio 2016

Chiedilo nella tua parrocchia

All'interno tutti gli approfondimenti sull'Assemblea generale della Conferenza episcopale italiana con il discorso di apertura di Papa Francesco e del card. Angelo Bagnasco

L'UDIENZA DI PAPA FRANCESCO - MERCOLEDÌ 18 MAGGIO 2016

“Ignorare il povero è disprezzare Dio”

Al centro della catechesi di oggi, davanti a 28mila fedeli, la parabola del ricco Epulone e del povero Lazzaro, da cui emerge il "grido silenzioso" dei poveri in un mondo in cui "immense ricchezze sono nelle mani di pochi" . "Ignorare il povero è disprezzare Dio", la lezione.
 
M.Michela Nicolais

Lazzaro “rappresenta bene il grido silenzioso dei poveri”, in un mondo in cui “immense ricchezze sono nelle mani di pochi”. Lo ha detto il Papa, spiegando ai 28mila fedeli presenti oggi in piazza San Pietro per l’udienza generale la parabola del ricco Epulone e del povero Lazzaro. Il ricco “indossa vesti di lusso”, mentre il povero “è coperto di piaghe”, il ricco “banchetta lautamente” mentre il povero “muore di fame”, la situazione iniziale della parabola: “La vita di queste due persone sembra scorrere su binari paralleli: le loro condizioni di vita sono opposte e del tutto non comunicanti”. Poi il capovolgimento e la lezione per tutti: “Ignorare il povero è disprezzare Dio”.

venerdì 13 maggio 2016

VERSO LA #GMG2016 A CRACOVIA CON UN MESSAGGIO ...SOCIAL


La prima Gmg social. A Cracovia in due milioni di giovani per arrivare a un miliardo

“Quella di Cracovia sarà una Gmg social. Aspettiamo due milioni di giovani. Ma se pensiamo che ognuno di loro ha almeno 500 amicizie social, ecco che arrivare a toccare un miliardo di persone non è un’utopia. Centinaia di milioni di persone potrebbero essere raggiunte dal messaggio di misericordia lanciato dalla Polonia”. Così don Pawel Rytel Adrianik, portavoce della Conferenza episcopale polacca, descrive la prossima Giornata mondiale della Gioventù che si svolgerà nella città di san Giovanni Paolo II dal 26 al 31 luglio prossimi. Dove fervono i preparativi e dove arriveranno, per la prima volta anche giovani dal Sud Sudan e Kosovo e dove si le catechesi si terranno, sempre per la prima volta, anche in armeno e cambogiano


Dal seminario salesiano, poco fuori Cracovia, dove è in corso un incontro dedicato alla Gmg, promosso dal Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa (Ccee), cui partecipano circa 50 tra giornalisti e delegati di numerose conferenze episcopali del Vecchio Continente, il portavoce dei vescovi polacchi, don Pawel Rytel Adrianik, ricorda come “mai prima d’ora si era vista una diffusione così globale delle reti sociali, più di Madrid e di Rio de Janeiro, dove si sono tenute le ultime due Gmg.

giovedì 12 maggio 2016

IL MIRACOLO DELLA MADONNA DELL'ALNO PRESENTATO A CANZANO IL 19 MAGGIO

 

Giovedì 19 maggio 2016 alle ore 18 nel Palazzo De Berardinis di Canzano, verrà presentato il restauro e il libro ispirato a La Madonna dell’Alno di Canzano nel documento del 1786

“La devozione alla Madonna dell’Alno. Un antico documento e la pietà popolare”, questo il titolo del testo presentato per il quale interverranno: Franco Campitelli (Sindaco); Maria Giulia Picchione (Soprintendente Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo); Michele Seccia (Vescovo); Delfino Reggimenti (Parroco); Alessandra Gasparroni (Antropologa); Irma Camaioni e Emilia Ippoliti (Restauratrici); Clara Taraschi (Docente storia e filosofia); Giulia Rosaria Taraschi (Progettista degli interventi di restauro); Luciano Cioci (Imprenditore).

Coordina Maria Grilli dell’Ufficio di Teramo della Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo.

L'ARALDO ABRUZZESE NUMERO 17/2016 DEL 15 MAGGIO 2016



In distribuzione L'araldo abruzzese numero 17/2016 del 15 maggio 2016

Chiedilo nella tua parrocchia

In prima pagina la raffigurazione della Madonna dell’Alno di Canzano restaurata, il cui miracolo ha ispirato il libro "La devozione alla Madonna dell’Alno. Un antico documento e la pietà popolare", che verrà presentato il 19 maggio 2016 alle ore 18 nel Palazzo De Berardinis di Canzano.

L'UDIENZA DI PAPA FRANCESCO - MERCOLEDÌ 11 MAGGIO 2016

La logica della misericordia


domenica 8 maggio 2016

L'ARALDO ABRUZZESE NUMERO 16/2016 DEL 8 MAGGIO 2016


In distribuzione L'araldo abruzzese numero 16/2016 del 8 maggio 2016

Chiedilo nella tua parrocchia

VEGLIA DI PENTECOSTE 2016


La Veglia del 13 maggio 2016 nella Cattedrale di Teramo alle ore 21, preannuncia la Festa di Pentecoste, così come raccontata nel capitolo 2° del libro degli Atti degli Apostoli, descrive la discesa dello Spirito Santo sugli Apostoli in maniera “spettacolare”: presenza di forte vento gagliardo, lingue di fuoco, frastuono di tuoni… A quel rumore, la folla si radunò e rimase turbata, perché ciascuno udiva gli Apostoli parlare nella propria lingua (cfr. At 2,6).

Il linguaggio è quella capacità di entrare in dialogo con l'altro, lo scorgere nell’altro con ri­conoscente stupo­re un individuo con cui relazionarsi: è potenzialità di vita con il mondo, con l’essere umano e, nella preghiera, con Dio. Ecco perché la lingua, come ogni altro mezzo espressivo, deve assolvere a quei compiti primari, quali la comprensione della realtà, il dialogo e la comunicazione. Ed ecco dove siamo chiamati anche noi, Parrocchie e Comunità, Sacerdoti e Laici, Movimenti e Associazioni, perché attraverso questa consapevolezza la lingua non fallisca il suo scopo.

mercoledì 4 maggio 2016

L'UDIENZA DI PAPA FRANCESCO - MERCOLEDÌ 4 MAGGIO 2016

Cristiani non puzzino di chiuso


Per il Buon Pastore “nessuna pecora può andare perduta”: il suo è un “desiderio irrefrenabile” di uscire dall’ovile in cerca della pecora “più bisognosa, più abbandonata, più scartata”. Lo ha spiegato il Papa ai circa 21mila fedeli riuniti oggi in piazza San Pietro per l’udienza generale, dedicata alla parabola evangelica che ci insegna a non essere cristiani che puzzano di chiuso. Bisogna “uscire”, non chiudersi negli ovili delle nostre “piccole comunità”, perché tutti noi “siamo pecore ritrovate e raccolte dalla misericordia del Signore”.