giovedì 29 settembre 2016

L'ARALDO ABRUZZESE NUMERO 32/2016 DEL 2 OTTOBRE 2016



In distribuzione L'araldo abruzzese numero 32/2016 del 2 ottobre 2016 con lo speciale sul Giubileo dei catechisti

Chiedilo nella tua parrocchia

L'UDIENZA DI PAPA FRANCESCO - MERCOLEDÌ 28 SETTEMBRE 2016

Rubarsi il cielo 

Al centro dell'udienza di Papa Francesco, pronunciata davanti a 25mila fedeli, la figura del buon ladrone, capace di "rubarsi il cielo". Alla fine un appello "alla coscienza dei responsabili dei bombardamenti" in Siria e un saluto speciale ai terremotati e agli operai licenziati della Basilicata 

M.Michela Nicolais 

“Rubarsi il cielo”, come il buon ladrone. Perché Gesù, sulla Croce, “sta con i colpevoli”, quando si pentono, e la Chiesa “è per tutti, non soltanto per i buoni”. È l’invito al centro dell’udienza di oggi, che si è conclusa con un appello “alla coscienza dei responsabili dei bombardamenti” in Siria: “Dovranno dare conto davanti a Dio” delle loro azioni.

“Il pensiero va un’altra volta all’amata e martoriata Siria”, le parole pronunciate a braccio dal Papa, come gran parte della catechesi, a cui hanno partecipato 25mila persone: “Continuano a giungermi notizie drammatiche sulla rote delle popolazioni di Aleppo. Nell’esprimere profondo dolore e viva preoccupazione per quanto accade in questa già martoriata città, rinnovo a tutti l’appello ad impegnarsi con tutte le forze nella protezione dei civili, quale obbligo imperativo urgente”.

venerdì 23 settembre 2016

mercoledì 21 settembre 2016

L'UDIENZA DI PAPA FRANCESCO - MERCOLEDÌ 21 SETTEMBRE 2016

Perdonare e donare

"Perdonare" e "donare": sono i due verbi che sintetizzano la misericordia. Lo ha spiegato il Papa ai 25mila fedeli presenti in piazza San Pietro per l'udienza generale del 21 settembre. Prima dei saluti finali, un appello a "ricordarsi" dei malati di Alzheimer, nella giornata a loro dedicata

 
M.Michela Nicolais

  
“Una persona che non è misericordiosa è perfetta? No! Una persona che non è misericordiosa è buona? No! La bontà e la perfezione si radicano sulla misericordia”. È il primo degli interventi a braccio che hanno caratterizzato la catechesi dell’udienza di mercoledì 21 settembre, pronunciata da Papa Francesco davanti a circa 25mila fedeli. Due i verbi di sintesi: “Perdonare” e “donare”. Punto di partenza: il brano del Vangelo di Luca da cui è tratto il motto di questo Anno Santo straordinario: “Misericordiosi come il Padre”. Prima dei saluti finali, un appello a “ricordarsi” dei malati di Alzheimer, nella giornata a loro dedicata.

“Il cristiano deve perdonare, perché è stato perdonato”.

giovedì 15 settembre 2016

L'ARALDO ABRUZZESE NUMERO 30/2016 DEL 18 SETTEMBRE 2016



In distribuzione L'araldo abruzzese numero 30/2016 del 18 settembre 2016 con l'appello della diocesi di Teramo-Atri a partecipare alla colletta in favore dei terremotati del Centro Italia, organizzata dalla Caritas in tutte le chiese per domenica 18 settembre 2016

Chiedilo nella tua parrocchia

DONNA E UOMO AL CENTRO DI TRE INCONTRI A GIULIANOVA


L'Ufficio di pastorale della famiglia della diocesi di Teramo-Atri, propone un ciclo di tre incontri di formazione sul tema "Uomo e donna lo creò" - Teologia del corpo di Giovanni Paolo II tenuti dal sessuologo Dott. Piergiorgio Casaccia che ha conseguito il master in fertilità e sessualità coniugale presso il Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per studi su matrimonio e famiglia.
Gli incontri si terranno nei locali della chiesa di S. Pietro apostolo di Giulianova alle ore 21 secondo il seguente calendario:
Mercoledì 14 settembre - "Cosa è l'amore e cosa vuol dire amare"
Mercoledì 21 settembre - "L'eccellenza dell'amore: la castità"
Mercoledì 28 settembre - "La sessualità della coppia"

mercoledì 14 settembre 2016

L'UDIENZA DI PAPA FRANCESCO - MERCOLEDÌ 14 SETTEMBRE 2016

Pastori, non principi

"È brutto quando i pastori diventano principi". Lo ha affermato il Papa in una catechesi pronunciata di fronte a 20mila fedeli e dedicata a tre imperativi di Gesù: "Venite a me, prendete il mio giogo, imparate da me". Il mercoledì del Papa  è cominciato con la Messa celebrata a Santa Marta in suffragio di padre Jacques Hamel, durante la quale Francesco ha definito il sacerdote ucciso il 26 luglio nella chiesa di Saint-Etienne-du-Rouvray un martire - "è beato adesso", ha detto all'arcivescovo di Rouen - e ha affermato: "Uccidere in nome di Dio è satanico"
 
 


M.Michela Nicolais

"Magari tutti i leader del mondo potessero dire questo!". Lo ha esclamato a braccio il Papa, a proposito dei tre imperativi di Gesù al centro della catechesi dell’udienza generale di mercoledì 14 settembre: "Venite a me, prendete il mio giogo e imparate da me". Un invito "sorprendente", spiega Francesco: Gesù "chiama a seguirlo persone semplici e gravate da una vita difficile, persone che hanno tanti bisogni e promette che in lui troveranno riposo e sollievo", e per di più lo fa in forma imperativa.

venerdì 9 settembre 2016

È MORTO IL VESCOVO EMERITO ANTONIO NUZZI

Il pastore della Diocesi di Teramo-Atri dal 1988 al 2002 è morto nella notte scorsa. I funerali domani, sabato 10 settembre, a Bojano alle ore 11

Nella notte di giovedì 8 settembre 2016 è venuto a mancare il vescovo emerito della Diocesi di Teramo-Atri, mons. Antonio Nuzzi. I funerali si svolgeranno a Bojano domani, sabato 10 settembre alle ore 11.
Antonio Nuzzi era nato a Bojano il 3 agosto del 1926, era stato ordinato presbitero il 7 agosto 1949. Fino al 1981 aveva svolto la sua missione pastorale come parroco, anche su sedi di montagna che raggiungeva persino a dorso di mulo. Il 21 febbraio del 1981 era stato eletto vescovo, con ordinazione avvenuta il 15 marzo dello stesso anno.
Fu promosso alla sede di Teramo-Atri il 31 dicembre del 1988, succedendo a mons. Abele Conigli, con il titolo personale di arcivescovo, avendo retto la sede arcivescovile di Conza, Nusco, S. Angelo dei Lombardi e Bisaccia. Nella sede aprutina è rimasto fino al 2002, quando è andato in pensione per raggiunti limiti di età.

giovedì 8 settembre 2016

L'ARALDO ABRUZZESE NUMERO 29/2016 DEL 11 SETTEMBRE 2016


In distribuzione L'araldo abruzzese numero 29/2016 del 11 settembre 2016 con lo speciale sul Pellegrinaggio Unitalsi a Lourdes

 Chiedilo nella tua parrocchia

LA DIOCESI DI TERAMO-ATRI ADERISCE ALLA COLLETTA DEL 18 SETTEMBRE PER I TERREMOTATI

18 settembre: Colletta nazionale per terremoto centro Italia   versione testuale
La Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana, dopo il grave sisma che ha colpito il centro Italia lo scorso 24 agosto, ha indetto una colletta nazionale, che si terrà in tutte le chiese italiane domenica 18 settembre 2016, in concomitanza con il 26° Congresso eucaristico nazionale (che si svolge a Genova): la concomitanza è esplicitamente voluta, perché l’esito della raccolta dovrà essere segno tangibile della carità che l’intera Chiesa italiana, chiamata a raccolta nella preghiera e nella riflessione, dovrà saper esprimere.

Il giorno stesso della tragedia, per far fronte alle prime urgenze e ai bisogni essenziali, la Presidenza della CEI aveva inoltre disposto l’immediato stanziamento di 1 milione di euro, tratti dai fondi otto per mille. Caritas Italiana, dal canto suo, in attesa di concordare interventi più organici anche a medio e lungo termine, ha reso immediatamente disponibili 100 mila euro per ciascuna delle due diocesi più colpite, diverse Caritas diocesane hanno stanziato immediatamente cifre significative. E anche dall’estero, oltre a messaggi di solidarietà, diverse Caritas nazionali hanno inviato aiuti finanziari tangibili a sostegno degli interventi in atto. L’obiettivo ultimo è accompagnare i tempi lunghi della ricostruzione materiale, della ritessitura delle comunità, del riassorbimento dei più evidenti traumi sociali e psicologici, del rilancio delle economie locali. Così è sempre stato in occasione dei terremoti, e di tante catastrofi naturali, negli ultimi decenni. Così sarà anche questa volta.

mercoledì 7 settembre 2016

L'UDIENZA DI PAPA FRANCESCO - MERCOLEDÌ 7 SETTEMBRE 2016

“Artigiani della misericordia”

Il "doppio buio" di Giovanni Battista e la misericordia di Gesù. Si è snodata su questo binario la catechesi dell'udienza generale di oggi, al termine della quale il Papa ha ricordato la canonizzazione di domenica scorsa e ha esortato i giovani a essere "artigiani della misericordia" come Madre Teresa

M.Michela Nicolais

L’immagine iniziale scelta da Francesco nella catechesi dell’udienza di oggi, a cui hanno partecipato circa 25mila persone, è quella di Giovanni Battista in carcere, preda del

“doppio buio”: quello della cella e quello del cuore, perché lo “stile” di Gesù è molto diverso da come lui lo aveva dipinto, “a tinte forti, come un giudice che finalmente avrebbe instaurato il regno di Dio e purificato il suo popolo”.

venerdì 2 settembre 2016

IL CONGRESSO EUCARISTICO NAZIONALE NELLA DIOCESI DI TERAMO-ATRI


Ai Revv.di Parroci,

ai Diaconi permanenti
alle Comunità Ecclesiali
  Carissimi,

in prossimità dell’apertura del nuovo anno pastorale, la Chiesa italiana si appresta a celebrare, a Genova dal 15 al 18 settembre, il XXVI Congresso Eucaristico Nazionale dal tema: L’Eucaristia sorgente della missione: «Nella tua misericordia a tutti sei venuto incontro».

La fase preparatoria si è stata caratterizzata dal cogliere il nesso tra misericordia e missione a partire proprio dalla celebrazione eucaristica nella quale diveniamo Chiesa in uscita mossa proprio dalla misericordia, una Chiesa che si apre al mondo nello stile dell’amore gratuito e disinteressato.