venerdì 28 ottobre 2016

GIUBILEO DEI LAVORATORI DELLA DIOCESI DI TERAMO-ATRI

Tra giustizia sociale e Misericordia
 
Il Giubileo è dedicato ai lavoratori e a tutti coloro che operano nel mondo del lavoro
Organizzato dall’Ufficio Pastorale Sociale e Lavoro della Diocesi di Teramo-Atri, domenica 30 ottobre 2016 a Teramo si svolgerà il “Giubileo Diocesano dei Lavoratori”. Il Giubileo è dedicato ai lavoratori e a tutti coloro che operano nell’ambito lavorativo con diversi ruoli e competenze, un mondo e un tempo nei quali la Misericordia appare estremamente necessaria e attuale, mentre il “problema del lavoro resta ancora l’urgenza del nostro tempo.

Nello spirito dell’anno giubilare, indetto da Papa Francesco, anche la Chiesa Diocesana invita tutti i lavoratori (agricoltori, operai, artigiani, commercianti, impiegati, docenti, imprenditori, commercialisti, ingegneri, architetti, associazioni di categoria, movimenti laicali ed ecclesiali appartenenti al mondo del lavoro, ecc.) a celebrare il Giubileo del mondo del lavoro, che vuole essere un momento di riflessione sulla giustizia sociale per alimentare la speranza cristiana.

INCONTRO A GIULIANOVA PER CAMMINARE CON LA CROCE

Per domenica 30 ottobre 2016 il Museo d’Arte dello Splendore con i frati cappuccini del Santuario Maria SS. dello Splendore di Giulianova ha organizzato un intenso pomeriggio di spiritualità ed arte. L’evento dal titolo Vedete e gustate come è buono il Signore. Un cammino attraverso la croce è all’interno dell’Abruzzo Open day winter e si avvale della collaborazione dell’Assessorato al Turismo del comune di Giulianova.
Alle 15,30, con l’arrivo di un gruppo di Walkers d’Abruzzo provenienti dalla Chiesa di Santa Maria a Vico inizierà la via Crucis guidata da Padre Simone Calvarese e Padre Luigi del Vecchio. A seguire il passaggio della Porta Santa e la celebrazione della Santa Messa.
Per le 18,30 è prevista la conferenza di p. Andrea Dall’Asta “La croce nell’arte, tra presente e passato. Un simbolo, un’identità”.

L'ARALDO ABRUZZESE NUMERO 36/2016 DEL 30 OTTOBRE 2016


In distribuzione L'araldo abruzzese numero 36/2016 del 30 ottobre 2016

Chiedilo nella tua parrocchia

L'UDIENZA DI PAPA FRANCESCO - MERCOLEDÌ 26 OTTOBRE 2016

La chiusura non è una soluzione

"La chiusura non è una soluzione". Durante l'udienza di oggi, il Papa ha affrontato la questione dell'immigrazione, chiamando all'impegno dell'accoglienza e della solidarietà "tutti, nessuno escluso". Alla fine, a braccio, "una storia piccolina, di città" che "profuma l'anima".
 
M.Michela Nicolais
 
Non è la “chiusura”, ma la “solidarietà con il migrante, con il forestiero” la soluzione alle questioni legate all’immigrazione. Lo ha detto Papa Francesco, nell’udienza di oggi, pronunciata di fronte a 25mila persone, tra cui 70 fedeli cinesi. Alla fine, a braccio, il regalo di una “storia piccolina, di città”: protagonisti una signora, un rifugiato e un’autista di taxi a cui questa storia “ha cambiato il cuore”.
“La crisi economica, i conflitti armati e i cambiamenti climatici spingono tante persone a emigrare”, esordisce il Papa. Tuttavia, “la storia dell’umanità è storia di migrazioni”, la  “ad ogni latitudine, non c’è popolo che non abbia conosciuto il fenomeno migratorio”.

lunedì 24 ottobre 2016

L'ARALDO ABRUZZESE NUMERO 35/2016 DEL 23 OTTOBRE 2016


In distribuzione L'araldo abruzzese numero 35/2016 del 23 ottobre 2016

Chiedilo nella tua parrocchia

L'UDIENZA DI PAPA FRANCESCO - MERCOLEDÌ 19 OTTOBRE 2016

Un imperativo etico

"Dar da mangiare agli affamati. Dar da bere agli assetati". È il doppio imperativo al centro dell'udienza del Papa, a cui oggi hanno partecipato 35mila persone. Per Francesco, come per Benedetto XVI, si tratta di un "imperativo etico"

M.Michela Nicolais

“C’è sempre qualcuno che ha fame e sete e ha bisogno di me. Non posso delegare nessun altro”. È il monito di Papa Francesco per la prima delle opere di misericordia – “Dar da mangiare agli affamati. Dar da bere agli assetati” – illustrata nella catechesi dell’udienza generale di oggi, a cui hanno partecipato 35mila persone. Nel mirino, il “cosiddetto benessere” che ci rende “insensibili” al povero che incrociamo per strada. Ma anche la cultura delle “donazioni generose”, che sono importanti ma rischiano di farci dimenticare che ogni povero “ha bisogno di me, del mio aiuto, della mia parola, del mio impegno”.

giovedì 13 ottobre 2016

mercoledì 12 ottobre 2016

L'UDIENZA DI PAPA FRANCESCO - MERCOLEDÌ 12 OTTOBRE 2016

Misericordia è rivoluzione culturale 

Nell'udienza un appello per un "immediato cessate il fuoco" in Siria


Le opere di misericordia sono “il miglior antidoto” a un mondo malato del “virus dell’indifferenza”. Ne è convinto Papa Francesco, che nell’udienza di oggi – conclusasi con un appello per “un immediato cessate il fuoco” in Siria – ha esortato i 32mila fedeli presenti in piazza a “imparare di nuovo a memoria” le opere di misericordia corporali e spirituali – oggetto delle prossime catechesi – e a compiere “almeno” un’opera di misericordia al giorno. Il risultato, ha assicurato, sarebbe “una vera rivoluzione culturale”, come quella operata da Madre Teresa.

giovedì 6 ottobre 2016

L'ARALDO ABRUZZESE NUMERO 33/2016 DEL 9 OTTOBRE 2016




In distribuzione L'araldo abruzzese numero 33/2016 del 9 ottobre 2016
Chiedilo nella tua parrocchia


QUANDO SOLIDARIETÀ ED EROISMO NON SONO SPECIALI MA ORDINARI

Un nonno e un nipotino malato, una terapia che funziona. Ma soprattutto generosità... 


“Ognuno deve contribuire allo sviluppo e al progresso. … Ho la fortuna di poterlo fare, non vedo perché dovrei starmene con le mani in mano. Non ci trovo niente di eroico”. Sono le parole di Alfredo Aureli, imprenditore di 72 anni di Verucchio, in provincia di Rimini, dopo aver donato all’Istituto Gaslini di Genova ben 800mila euro. Lo racconta “Il Secolo XIX”. Il signor Aureli è sì un imprenditore di successo, ma prima di tutto è un nonno, un uomo che cinque anni fa ha visto diagnosticare un tumore al cervello a uno dei suoi nipotini e ha deciso di sostenere in prima persona quella buona ricerca che ha visto in azione.

VEGLIA MISSIONARIA PER I GIOVANI A GIULIANOVA


Sarà il Santuario della Madonna dello Splendore di Giulianova ad accogliere giovedì 13 ottobre 2016, con inizio alle ore 21, la Veglia missionaria per i giovani della diocesi di Teramo-Atri.
"Giovani con la missione nel cuore", questo il titolo dell'edizione di questo anno, scelto dal Centro missionario diocesano e dalla Pastorale giovanile.

mercoledì 5 ottobre 2016

L'UDIENZA DI PAPA FRANCESCO - MERCOLEDÌ 5 OTTOBRE 2016

Pace e rispetto nel Caucaso 

Nell'udienza di oggi, il Papa ha idealmente ripercorso le tappe del suo 16° viaggio apostolico. Armenia, Georgia e Azerbaijan - ha detto - sono un unico viaggio affinché il Caucaso possa vivere all'insegna della pace e del rispetto 


Armenia, Georgia, Azerbaijan: un unico viaggio, per far sì che “le questioni aperte possano trovare buone soluzioni e tutte le popolazioni caucasiche vivano nella pace e nel rispetto reciproco”. A spiegarlo ai fedeli è stato il Papa, nell’udienza generale di oggi, dedicata a ripercorrere idealmente le tappe del suo 16° viaggio apostolico, in Georgia e Azerbaijan.