sabato 30 giugno 2018

giovedì 28 giugno 2018

CINEMA: LE PROPOSTE DAL 28 GIUGNO 2018

Gli autori di “Juno” tornano al cinema con “Tully” interpretato da Charlize Theron. In sala anche il remake di “Papillon”, l’enigmatico “Il sacrificio del cervo sacro” la dark comedy “L'albero del vicino”. Le indicazioni della Commissione Film Cei

Massimo Giraldi, Sergio Perugini (*) 
 
A fine giugno l’offerta cinematografica è di respiro corto, con pochi titoli di primo piano e molti film di genere. Sarà nelle sale italiane dal 28 giugno “Tully”, commedia di taglio problematico sulla maternità ideata dal regista Jason Reitman e dalla sceneggiatrice premio Oscar Diablo Cody, autori del fortunato “Juno” (2007). Una grande trasformazione e prova artistica per l’attrice premio Oscar Charlize Theron, che interpreta la quarantenne Marlo, una madre di due figli con un terzo appena nato. Marlo è sopraffatta dalla situazione, rincorrendo le giornate accanto ai tre bambini, con una casa da mantenere, le cene da preparare e poco tempo per se stessa. Stanca e disorientata, accetta di assumere la tata Tully (Mackenzie Davis), dai modi premurosi e spiazzanti. Ma chi è veramente Tully? Forse un sogno, un’utopia, la voglia di un’esistenza diversa? Reitman non ha timore di giocare sui piani della metafora. Il film è da valutare come consigliabile, problematico e adatto per dibattiti.

mercoledì 27 giugno 2018

L'UDIENZA DI PAPA FRANCESCO - MERCOLEDÌ 27 GIUGNO 2018

Cammino di liberazione

Dedicata al cristianesimo come "cammino di liberazione" l'udienza di Papa Francesco, a cui hanno partecipato 12mila fedeli, tra cui gli atleti di Special Olympics e un  gruppo di trenta cinesi
 
M.Michela Nicolais
 
Il cristianesimo non è una serie di “doveri”: comincia dalla gratitudine e si esprime tramite “un grido di aiuto” che è l’inizio dell’esperienza di liberazione. Lo ha spiegato il Papa, nella terza catechesi dedicata ai Comandamenti, pronunciata di fronte a 12mila persone e svoltasi – come mercoledì scorso – in due tempi: in Aula Paolo VI per salutare i malati e i disabili, tra cui un centinaio di atleti di Special Olympics, e in piazza, in cui erano presenti tra gli altri anche una trentina di fedeli cinesi, provenienti da Hong Kong.

venerdì 22 giugno 2018

mercoledì 20 giugno 2018

CINEMA: LE PROPOSTE DAL 21 GIUGNO 2018

Dai festival internazionali arrivano in sala “L’affido” e “The Escape”. Si confermano tante uscite, ma dispersive tra commedie sopra le righe e horror. Spazio anche ai documentari. Le indicazioni della Commissione Film CEI

Massimo Giraldi, Sergio Perugini (*)

Nel fine-settimana 21-24 giugno troviamo anzitutto due proposte d’autore, provenienti da importanti festival: dalla Mostra del Cinema di Venezia c’è “L’affido. Una storia di violenza” di Xavier Legrand, mentre dal Festival di Toronto arriva “The Escape” di Dominic Savage.
Con un passato d’attore, Legrand mette in scena nel film “L’affido” uno dei tanti drammi capaci di sconvolgere la vita di una coppia oggi, l’implosione di una famiglia. La materia del film è delicata e non facile da dipanare, perché si concentra sul percorso di divorzio della coppia, sulle pesanti accuse di abusi verso il figlioletto che ricadono sull’uomo. In questa torbida situazione, il regista si muove con grande padronanza, riuscendo a individuare colpevoli e innocenti in maniera netta. Il bambino occupa il centro della contesa, ma il film non approfondisce del tutto il suo disagio, indugiando invece con la macchina da presa più sul comportamento dei genitori. “L’affido” è certamente complesso e problematico, capace però di offrire spunti per dibattiti rispetto a un argomento di grande attualità.

L'UDIENZA DI PAPA FRANCESCO - MERCOLEDÌ 20 GIUGNO 2018

Siamo sudditi o figli?

Dedicata alla differenza tra "comando" e "parola" la seconda udienza di Papa Francesco sui comandamenti. Presenti in piazza 13mila fedeli, tra cui i malati di Sla
 
M.Michela Nicolais
 
“Siamo sudditi o figli?”. È l’interrogativo centrale della seconda udienza del Papa dedicata ai comandamenti. O meglio: alle “dieci parole”, come li chiamano gli ebrei. “Il mondo non ha bisogno di legalismo, ma di cura. Ha bisogno di cristiani con il cuore di figli”, ha concluso Francesco rivolgendosi ai 13mila fedeli presenti oggi in piazza, tra cui oltre 350 malati di Sla, salutati in Aula Paolo VI prima dell’udienza, che è terminata con l’esibizione degli artisti del Rony Roller Circus. Salutando i fedeli di lingua tedesca, il Papa ha chiesto di pregare per il suo viaggio di domani a Ginevra.

venerdì 15 giugno 2018

mercoledì 13 giugno 2018

CINEMA: LE PROPOSTE DAL 14 GIUGNO 2018

Offerta ricca in sala, ma dispersiva. “La stanza delle meraviglie” e “Mary e il fiore della strega” in cerca di un pubblico giovane. Terzo atto poi per “Pitch Perfect”. L’Italia c’è con “Due piccoli italiani”. Le indicazioni della Commissione film Cei

Massimo Giraldi, Sergio Perugini (*) 
 
A metà giugno, dopo il ciclone “Jurassic World” (nei cinema dal 7 giugno), l’offerta si fa ampia ma abbastanza disordinata, con molti titoli di generi simili. Iniziamo dall’ultimo film di Todd Haynes, “La stanza delle meraviglie” (“Wonderstruck”), passato in Concorso al 70° Festival di Cannes nel 2017. Il film è tratto dalla graphic novel di Brian Selznick, autore anche del fortunato “La straordinaria invenzione di Hugo Cabret” portato al cinema da Martin Scorsese. Qui abbiamo una storia di ragazzi e per ragazzi, che racconta le avventure di due preadolescenti in due momenti storici diversi negli Stati Uniti: Rose nel 1927 e Ben nel 1977, entrambi in cerca di risposte nella propria vita. Nel cast le dive di Hollywood Julianne Moore e Michelle Williams.

L'UDIENZA DI PAPA FRANCESCO - MERCOLEDÌ 13 GIUGNO 2018

Sana inquietudine

Dedicata ai giovani e al futuro l'udienza di oggi, in cui il Papa ha cominciato un nuovo ciclo di catechesi incentrato sui comandamenti. In piazza 15mila persone. Alla fine un appello per i mondiali di calcio che iniziano domani

M.Michela Nicolais

La “sana inquietudine”. È l’ingrediente indispensabile per vivere, e non “vivacchiare”. A raccomandarla ai giovani, come antidoto alla mediocrità, è stato Papa Francesco, che oggi in piazza San Pietro, davanti a 15mila persone, ha inaugurato un nuovo ciclo di catechesi dedicato ai comandamenti. Alla fine, un appello per i mondiali di calcio che iniziano domani in Russia: siano “occasione di incontro, di dialogo e di fraternità tra culture e religioni diverse, favorendo la solidarietà e la pace tra le nazioni”.
“Quanti giovani cercano di vivere e poi si distruggono andando dietro a cose effimere”,

sabato 9 giugno 2018

giovedì 7 giugno 2018

CINEMA: LE PROPOSTE DAL 7 GIUGNO 2018

Tornano i dinosauri hollywoodiani ideati Michael Crichton con “Jurassic World. Il regno distrutto”. Tra commedie e film di genere, c’è anche il doc su Valentina Cortese. Le indicazioni della Commissione film Cei

Massimo Giraldi, Sergio Perugini (*) 
 
A giugno la folla di titoli cinematografici in sala inizia a diradarsi, evidenziando da un lato pochi ma significativi film a forte budget, pronti alla vetta del box office, e dall’altro tante opere di genere. Protagonista del fine-settimana da giovedì 7 giugno è “Jurassic World. Il regno distrutto” di Juan Antonio Bayona – regista di “The Impossible” (2012) e “Sette minuti dopo la mezzanotte” (2016) –, secondo episodio dopo “Jurassic World” (2015) della riedizione della saga ideata dallo scrittore Michael Crichton all’inizio degli anni Novanta, che ha trovato poi fortuna sul grande schermo con Steven Spielberg, “Jurassic Park” (tre film in tutto). Tante sono le attese per questa nuova avventura, dopo il successo planetario di “Jurassic World” che ha incassato 1,6 miliardi di dollari, entrato nella top ten degli incassi più elevati del cinema. Nel cast confermati Chris Pratt e Bryce Dallas Howard, chiamati a gestire le conseguenze del fallimento del parco a tema “Jurassic World”, con un’attenzione alla vita dei dinosauri e alle pericolose manipolazioni genetiche sperimentate dall’uomo. Grandi temi, ma principalmente un grande spettacolo per il pubblico in cerca di adrenalina, action e persino umorismo.

mercoledì 6 giugno 2018

L'UDIENZA DI PAPA FRANCESCO - MERCOLEDÌ 6 GIUGNO 2018

L’anima non è un magazzino 
Dedicata agli "effetti" dello Spirito Santo, dono del sacramento della Cresima, l'udienza del Papa, pronunciata di fronte a 11mila persone, tra cui anche un centinaio di cinesi 
M.Michela Nicolais




“È proprio dello Spirito decentrarci dal nostro io per aprirci al ‘noi’ della comunità cristiana, come pure al bene della società in cui viviamo”. Lo ha detto il Papa, nella catechesi dell’udienza di oggi, infarcita di fuori testo e dedicata agli “effetti che il dono dello Spirito Santo fa maturare nei cresimati, portandoli a diventare, a loro volta, un dono per gli altri”.
“Sempre ricevere per dare, mai ricevere e tenere le cose dentro, come se l’anima fosse un magazzino”,

sabato 2 giugno 2018